VIS sponsor italiano del concorso mondiale Wiki Science Competition

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Durante i mesi di novembre e dicembre si terrà il primo concorso mondiale di fotografia scientifica organizzato dagli utenti delle piattaforme Wikimedia, Wiki Science Competition (WSC, http://www.wikisciencecompetition.org/).

La fase di caricamento delle immagini si svolgerà in Italia dal 15 novembre fino al 15 dicembre 2017, mentre per alcuni paesi è già iniziata dal primo di novembre. L’iniziativa riprende il concetto alla base del più noto concorso Wiki Loves Monuments (WLM, https://www.wikilovesmonuments.org/) che si tiene da molti anni nel mese di settembre e di cui avrete visto forse il banner aprendo piattaforme wikimedia fino a poche settimane fa.

Wiki Science Competition pone la rete di volontari delle piattaforme wikimedia e la piattaforma di Wikimedia Commons al servizio della raccolta di file multimediali (foto digitali, ma anche schemi e video) in licenza libera per la divulgazione e la didattica scientifica.

Come WLM ha il primato del più grande concorso fotografico mondiale, così WSC punta a divenire il più grande concorso nel suo genere forse già dalla prima edizione. Già la precedente edizione nel 2015, limitata alla sola Europa (link), ha visto una buona partecipazione sfiorando le 10000 immagini caricate. All’epoca solo otto paesi dell’area est-europea presentarono una giuria nazionale, mentre gli altri parteciparono direttamente al concorso continentale. Quest’anno per esempio si aggiungono con giurie nazionali anche Italia, Federazione Russa, Spagna, Stati Uniti, Brasile, Cile, Australia e Arabia Saudita.

La valutazione di decine di migliaia di foto richiede l’apporto di molti volontari, possibilmente con una formazione scientifica per apprezzarne l’originalità oltre il semplice valore estetico. Come si può leggere sul sito degli organizzatori a livello internazionale saranno impostate due giurie: una di secondo livello, che smisterà le foto non selezionate a livello nazionale, e una di primo livello, che sancirà i vincitori. Una parte delle foto passerà invece da specifiche giurie nazionali, là dove si sono trovati abbastanza volontari e risorse per organizzarle. Queste giurie nazionali opereranno in parallelo a quella internazionale, smistando le immagini migliori per la giuria internazionale su cui elaboreranno autonomamente una propria classifica finale.

In genere la presenza di una giuria nazionale implica una certa organizzazione e una maggiore pubblicità all’evento. Nel 2015, in base ai dati forniti dagli organizzatori, le nazioni europee con una giuria nazionale ebbero una media di partecipazione di 30 immagini per milione di abitanti, quelle senza giuria un valore attorno a 5 per milione di abitanti, con forti oscillazioni locali.

Durante la scorsa edizione l’Italia fu il paese con il maggior numero di immagini caricate fra quelli senza un’apposita giuria nazionale, superando anche la più popolosa Germania. Quest’anno, proprio per venire incontro al dinamismo dei nostri ricercatori, è stato deciso di avere una giuria dedicata. La SNS parteciperà come sponsor all’iniziativa, nell’ambito delle iniziative di outreach di Immersioni Virtuali nella Scienza (VIS) coordinate da Marcos Valdes, che farà anche parte della giuria internazionale.

CC-BY-SA-4.0 Strekeisen, FerdinandoGior, Alfonso Lucifredi, DNCarlo, Eleonora Lugara’, Alexmar983, Adrian Soldati, Strekeisen, Principia Dardano, Colamc, VincenziSaverio 2015 Wikimedia Commons

La scorsa edizione ha visto un totale di 474 foto e schemi caricati da partecipanti italiani, e per quest’anno confidiamo di poter superare considerevolmente questo numero. Ci aiuteranno certamente anche i giurati che abbiamo coinvolto con le loro reti accademiche e professionali, ma il solo fatto di avere una giuria specifica dovrebbe essere di buon auspicio, e contiamo di arrivare ad almeno 1000 file multimediali da valutare.

Alessandro Marchetti, ex alunno della SNS, ha contribuito alla selezione di buona parte delle giurie nazionali e internazionali e ringrazia i normalisti, che sono stati molto disponibili.

La giuria internazionale principale http://www.wikisciencecompetition.org/people/ ha una forte componente legata all’Italia ma nel complesso è stata strutturata scegliendo profili variegati per discipline e istituzioni, includendo soprattutto personalità non attive sulle piattaforme wikimedia. Particolare interesse è stato rivolto nel coinvolgere alcune persone di formazione scientifica con una forte passione per la fotografia. L’unico profilo non strettamente accademico, Dominique Stroobant, ha in realtà una formazione scientifica ed è anche un esperto di sperimentazione in campo fotografico. La giuria internazionale vede comunque molti accademici che lavorano in Italia, fra cui oltre a Marcos Valdés della SNS, anche Gianni Ciofani dell’IIT e Andreas Brink, un dipendente del Joint Research Centre della unione Europea, con sede a Ispra vicino a Varese. 

Per evitare sbilanciamento nella composizione delle giurie, fra i normalisti che si sono offerti volontari molti di coloro che lavorano all’estero sono stati collocati alla giuria internazionale di secondo livello, che si occuperà di smistare per quella di primo livello le foto provenienti da paesi senza giuria nazionale. Fra coloro che parteciperanno ci saranno Guido D’Amico (astrofisica e cosmologia, CERN Ginevra), Michele Felletti (biologia, Università di Stoccolma) Gianni Fochi (chimica, SNS), e Alessandro Cobbe (matematica, UniBW Monaco). Nelle ultime settimane di Ottobre si sono offerti altri volontari soprattutto da India e Brasile, e non è escluso che la giuria di secondo livello venga sdoppiata in almeno due giurie per aree geografiche distinte.

La giuria nazionale, che si occuperà di nominare i vincitori per l’Italia, è bilanciata per area tematica e geografica, includendo specificatamente anche personalità attive sulle piattaforme wikimedia.

Le giurie nazionali inizieranno la valutazione appena chiuso il caricamento, quindi alcune già dai primi giorni di dicembre, con la previsione di nominare i vincitori nazionali verso gennaio 2018. Proprio in quel periodo dovrebbe partire la fase finale di valutazione internazionale.

La giuria internazionale adotta cinque categorie http://www.wikisciencecompetition.org/image-categories/ di taglio soprattutto estetico: persone, immagini di microscopia, file multimediali non fotografici, set di immagini e miscellanee. Ogni giuria nazionale può adottare categorie simili ma, dato che lavora in parallelo e piena autonomia, può usarne di differenti.

La nostra giuria nazionale è stata pensata per coprire quasi tutte le macroaree tematiche, e potrebbe selezionare più vincitori in base alle specifiche discipline, ma essendo il primo anno e non avendo chiara la risposta dai vari settori e la dimensione finale del campione, tendenzialmente si punterà a un risultato semplice, e quindi probabilmente ci sarà una classifica unica delle immagini migliori in assoluto.

La SNS, nell’ambito delle sue iniziative di outreach con VIS, punta con il concorso a porre in evidenza l’aspetto scientifico e divulgativo delle immagini vincitrici. Sarà a allestita una mostra aperta alla cittadinanza in una delle strutture della SNS e i vincitori saranno invitati a pubblicare un testo sul sito web della SNS dove potranno spiegare in dettaglio la loro ricerca partendo proprio dall’immagine premiata. Sono previsti premi in denaro per i migliori delle varie categorie, maggiori dettagli a seguire. Subito dopo la fine dei lavori della giuria internazionale, quindi indicativamente all’inizio di marzo 2018, si terrà a Pisa, nella Sala Azzurra della SNS, una cerimonia finale di premiazione.

Autore: Alessandro Marchetti

Descrizione in italiano disponibile al seguente link:

https://commons.wikimedia.org/wiki/Commons:Wiki_Science_Competition_2017_in_Italy

Hashtag Twitter: 

#WSC2017
#WikiScience
#WikiScience2017