Un giorno da ricercatore 2016: come è andata

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Autore: Marcos Valdes

Per il secondo anno consecutivo si è svolto il concorso “Un giorno da ricercatore”, parte delle attività di outreach organizzate da VIS. Cinque giovani vincitori scelti tra le scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia hanno passato una giornata all’interno della Scuola Normale Superiore (SNS), affiancando un gruppo di ricerca per toccare con mano l’attività della ricerca scientifica, esplorando ogni aspetto di una vita accademica di eccellenza, dai collegi alla biblioteca alla mensa al futuristico laboratorio SMART. Oltre a questa esperienza unica i vincitori hanno ricevuto un premio, un attestato ufficiale firmato dal Direttore della SNS Fabio Beltram e dal Preside della Classe di Scienze Vincenzo Barone, e la possibilità di diventare corrispondenti per VIS, continuando a collaborare con noi. I loro temi verranno pubblicati ogni mercoledì a partire dal 15 giugno.

Il concorso GdR 2016

Per partecipare al concorso nazionale GdR16 le ragazze e i ragazzi interessati dovevano inviare, entro la mezzanotte del 25 aprile 2016, un articolo di taglio divulgativo su una notizia scientifica d’attualità che li avesse particolarmente colpiti. Naturalmente il compito non è facile come può sembrare: non si tratta di trovare un articolo scientifico su qualche rivista e parafrasarlo, ma di documentarsi da varie fonti per capire a fondo il senso della scoperta, scrivendo poi un testo originale che sia un vero e proprio articolo di giornalismo scientifico. Vengono dunque valutate: la strutturazione dell’articolo; la capacità di organizzare le informazioni in modo sintetico, efficace ed accattivante; la comprensione delle informazioni presentate; la corretta citazione degli autori della scoperta, della pubblicazione scientifica oppure del contesto dell’evento che si racconta, della data.

La partecipazione è stata altissima da tutte le regioni d’Italia, oltre 450 ragazzi hanno risposto all’iniziativa con una serie di interessanti temi che affrontavano le scoperte scientifiche recenti di maggiore impatto, dalle onde gravitazionali alle più rivoluzionarie ricerche sul cervello.

Dover scegliere cinque vincitori con un rate di circa 1/100 non è semplice, e ha richiesto la collaborazione di molti professori, ricercatori, assegnisti e perfezionandi della SNS, tra cui Emanuele Sobacchi, Fabio Pacucci, Marcos Valdes, Giordano Mancini, Chiara Cappelli, Nicola Tasinato, Alessandro Corretti, Gimmi Ratto, Gigi Rolandi, Michael Morello, Olga Cozzolin, Marco Venturini, Enrico Pracucci. Dopo una preselezione su criteri scientifici i temi finalisti sono stati valutati dal giornalista della SNS, Andrea Pantani, che ha dato un giudizio di tipo giornalistico.

Il 20 maggio si è concluso il processo di selezione e sono stati annunciati 13 finalisti e – in forma privata per mantenere il riserbo fino alla premiazione – i 5 vincitori, invitati a venire alla SNS lunedì 6 giugno.

A seguire i nomi dei vincitori – con il titolo del loro elaborato e l’Istituto di provenienza -, e un breve resoconto di questa giornata così speciale per loro!

  • Ester Cravero
    Dai Maya i primi fumetti
    Liceo Scientifico Valsalice, Torino, 3C
  • Alice Gaggero
    Entanglement quantistico per quattro fotoni
    Istituto Statale Scientifico Luigi Lanfranconi, Genova, 3H
  • Nicola Lombardi
    Planet nine
    Liceo Maffei, Riva del Garda (TN), 3SA
  • Rebecca Serina
    Un neurone di plastica
    Istituto di Istruzione Superiore Luigi Einaudi, Chiari (BS), 1G AFM
  • Alessandro Tofoni
    Il carburo di tecnezio non esiste
    Liceo Scientifico Rosetti, San Benedetto del Tronto (AP), 5G

GdR15: la mattina dei vincitori

I ragazzi sono arrivati a Pisa la sera del 5 giugno e hanno alloggiato presso il Collegio Carducci della SNS. La mattina del 6 giugno alle ore 9:15 in Aula Contini è iniziato il loro “giorno da ricercatore”: il dott Marcos Valdes, coordinatore del progetto VIS, ha spiegato loro il programma della giornata, presentandoli poi ai ricercatori della SNS a cui sarebbero state affidati: Michael Morello e Marco Venturini della SNS per Alice Gaggero (area di fisica delle particelle); Alessandro Corretti e i ricercatori e personale tecnico del Laboratorio SAET per Ester Cravero (archeologia e storia antica); Olga Cozzolin e Enrico Pracucci del Laboratorio NEST per Rebecca Serina (biofisica); Fabio Pacucci ed Emanuele Sobacchi della SNS per Nicola Lombardi (cosmologia); Nicola Tasinato del Laboratorio SMART per Alessandro Tofoni (chimica).

Presentazione in Aula Contini alle 9:15

A questo punto i ragazzi sono andati assieme ai ricercatori nei rispettivi uffici e laboratori per vivere la parte più prettamente scientifica di questa giornata, affiancandoli per tutta la mattina, fino alle ore 12:00 circa, nell’attività quotidiana, condividendo la lettura di articoli, la progettazione di esperimenti o di simulazioni al computer, l’attuazione dell’esperimento “al banco”. Un modo per loro davvero unico di comprendere dal vivo in cosa consista la professione di ricercatore.

A seguire una galleria con le immagini più belle scattate durante la mattina dai nostri allievi collaboratori, Giorgio Domenichini e Gianluca Grilletti.

La premiazione

Alle ore 12 appuntamento per tutti in Sala Azzurra per la premiazione dei cinque ragazzi. Prima della consegna dei premi e degli attestati si sono susseguiti alcuni brevi interventi; il Direttore della SNS Fabio Beltram e il preside della Classe di Scienze Vincenzo Barone hanno rimarcato l’importanza della diffusione della cultura scientifica, missione sulla quale la SNS sta puntando molto anche tramite il progetto VIS. Ha preso poi la parola Marcos Valdes, coordinatore del progetto VIS, che ha spiegato più in dettaglio le iniziative che in due anni hanno raggiunto oltre 3500 utenti fisici e 200.000 contatti su Web, e ha poi illustrato la timeline di “Un giorno da ricercatore”. Infine i ragazzi sono stati premiati uno alla volta da Fabio Beltram e Vincenzo Barone.

https://youtu.be/tfuyaGYfHDQ

Il pomeriggio del GdR15

Dopo la premiazione e un rinfresco i vincitori sono andati alla mensa della SNS in compagnia dei ricercatori e, subito dopo pranzo, hanno incontrato la professoressa Maria Antonella Galanti, docente di Pedagogia dell’Università di Pisa e Prorettore per i rapporti con il territorio, che ha avuto il piacere di trarre con loro una serie di riflessioni su questa giornata così speciale per loro, riflettendo sulla scienza, sulla creatività e sul fondamentale ruolo della Scuola per il futuro dei ragazzi.

Alle 15 i ragazzi sono poi stati accompagnati da Mario Ventrelli in un tour della SNS, dalle sale più belle alla storica Biblioteca.

E’ seguita infine la visita al Laboratorio SMART e in particolare al CAVE3D, stanza per la visualizzazione immersiva 3D in cui i vincitori hanno potuto toccare con mano autentici dati scientifici prodotti da diversi gruppi di ricerca della SNS, come ad esempio la simulazione di un buco nero primordiale in formazione, la struttura atomica di un enzima, la ricostruzione accurata della stoà dell’agorà di Segesta.