Stefano Forte 14/febbraio/2018 Fisica delle Particelle

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Il 14 febbraio 2018 il prof. Stefano Forte dell’Università di Milano terrà una Conferenza Pubblica per il progetto VIS, alle ore 17:30 in Sala Stemmi. L’ingresso è libero, l’evento sarà seguito da un rinfresco.
Titolo della conferenza:

Dentro il protone, con l’intelligenza artificiale

Il protone viene a volte chiamato particella elementare, ma è in realtà un oggetto complicato, fatto di costituenti – i quark, ma anche i “gluoni” – tenuti assieme dall’interazione forte, una delle forze fondamentali della natura. Il tentativo di capire come è fatto un protone, da cinquant’anni a questa parte, mette alla prova la nostra capacità di capire la fisica fondamentale, spingendo in avanti la frontiera delle teorie, ed obbligandoci a sviluppare strumenti che permettano di estrarne predizioni sempre più accurate. La frontiera della ricerca in fisica alle più corte distanze viene oggi esplorata in esperimenti di urto fra protoni al grande acceleratore LHC del CERN. La descrizione accurata della struttura interna del protone è indispensabile per poter interpretare i risultati di questi esperimenti ed è quindi un’obiettivo primario della ricerca attuale. L’uso di tecniche di intelligenza artificiale permette di raggiungere questo obiettivo anche dove le tecniche di calcolo più avanzate non riescono a spingersi.

 

 

Stefano Forte è dal 2003 professore ordinario di fisica teorica presso l’università di Milano, dove ha stabilito una vivace scuola di fisica delle interazioni fondamentali. In precedenza è stato ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare a Torino e a Roma, ed ha occupato posizioni post-dottorali a Parigi ed al CERN dopo aver conseguito il dottorato di ricerca presso l’MIT. Ha svolto ricerca su vari temi di teoria quantistica dei campi applicata alla fisica delle particelle; attualmente si occupa soprattutto di teoria dell’interazione forte e di fisica del bosone di Higgs. Ha svolto e svolge attività di insegnamento e ricerca in varie istituzioni internazionali, tra cui il CERN di Ginevra, l’università di Barcellona, il centro Higgs di Edimburgo, l’università Pierre et Marie Curie di Parigi, l’istituto Niels Bohr di Copenhagen e la scuola normale superiore di Lione.

 

 

Author: Marcos Valdes

Share This Post On