Mer 11 giugno 2014 Biofisica

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Conferenza Pubblica di VIS per l'Area di Biofisica tenuta Dott. Gian Michele Ratto del NEST - CNR di Pisa l'11 giugno 2014 alle ore 18:00 in Sala Azzurra. Di seguito il video completo dell'intervento.

Una finestra con vista: la vita
segreta del cervello

Tutto ciò che siamo e impariamo, e tutti i segni visibili che lasciamo sul mondo esterno sono dovuti a meccanismi invisibili che operano all’interno delle cellule. Oggi racconteremo come sia possibile rendere visibili alcuni di questi processi.
Per "illuminare" le cellule, abbiamo un vero arsenale di molecole fluorescenti che derivano o da sintesi chimiche, o dalla ingegneria genetica. La proteina che è alla base della grande famiglia di molecole fluorescenti geneticamente codificate è stata isolata nella medusa Victoria aequorea e la sua proprietà straordinaria è la fuorescenza: quando viene illuminata di luce azzurra restituisce parte della energia assorbita sottoforma di luce verde. Nomen omen: il nome di questa proteina è Green Fluorescent Protein (GFP). Il DNA della GFP può essere fuso con il DNA di una proteina bersaglio per produrne una nuova che conserva le proprietà della molecola originale e inoltre diventa visibile. Oppure, la semplice presenza all'interno di un neurone, ne rende visibile la morfologia e permette di studiare in tempo reale le metamorfosi dei collegamenti fisici tra neuroni durante i processi di apprendimento che servono a costruire il cervello adulto. Riusciamo così a visualizzare sperimentalmente una grande varietà di processi biologici che vanno dalla cellula in cultura fino al cervello intatto nella speranza di gettare un po' di luce su alcune patologie cerebrali.

GMratto"Mi sono laureato in Fisica all'Università di Genova nel 1984 e, una settimana dopo, sono "scappato" dal servizio militare andando in California (Berkeley) da Roger Tsien, che, nonostante mi abbia tenuto in laboratorio per qualche anno, divenne poi premio Nobel per la medicina nel 2008. Dopo il rientro in Italia ho intercalato l'attività sperimentale nell'Istituto di Neuroscienze del CNR con periodi passati all'estero, prima al Physiological Lab di Cambridge (UK) e poi all'Università della California a Davis. Sono diventato ricercatore a Neuroscienze nel 1998 e mi sono trasferito infine al NEST, istituto Nanoscienze, nel 2008 dove coordino l'attività del laboratorio di imaging in vivo. Il nostro laboratorio è interessato ai meccanismi cellulari alla base della plasticità del sistema nervoso in condizioni fisiologiche e patologiche. Gran parte della nostra attività recente è diretta allo studio della fisiologia della epilessia e dell'autismo."

Author: Marcos Valdes

Share This Post On