La regina nascosta

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Autore: Andrea Persico, 3A, Liceo Scientifico Giorgio Asproni, Iglesias, (CI) Carbonia-Iglesias

La magia dell’Egitto ancora una volta ci sorprende rivelandoci un nuovo tesoro dell’Antico Regno. Siamo ad Abu Sir, località a sud est del Cairo in cui negli ultimi anni si stanno effettuando scavi e ricerche archeologiche, e la nuova scoperta è un complesso tombale appartenente, a quanto si legge dalle iscrizioni sulle pareti, a una certa “Moglie del re” e “Madre del re”.

La zona di Abu Sir era già stata resa nota negli ultimi anni come una delle più importanti necropoli dei sovrani della V Dinastia (storicamente situata in un periodo poco dopo la costruzione delle grandi Piramidi, circa 4500 anni fa): in particolare, negli anni Ottanta degli scavi effettuati dagli studiosi dell’Università di Praga hanno riportato alla luce un magazzino contenente una ricca raccolta di papiri che narrano la storia del regno del faraone fino ad allora sconosciuto Neferefra. Una missione archeologica che, come vedremo, si è rivelata molto importante per comprendere la storia della tomba recentemente scoperta.

Khentkaus-III-5th-Dynasty-tomb-in-Abusir-by-Dr-Miroslav-Barta-by-Luxor-Times-3Ad aver compiuto il ritrovamento della tomba è stato un team di archeologi del Czech Institute of Egyptology, in collaborazione con il ministro egiziano delle Antichità Mamduh Al Damati, e il 4 gennaio di quest’anno gli scavi sono ufficialmente terminati dando il benvenuto nei libri di Storia alla regina Khentkaus III, il misterioso e finora sconosciuto personaggio a cui il mausoleo è dedicato. Delimitato da delle pareti superficiali ben visibili, il complesso tombale è costituito da una struttura calcarea lunga 30 metri, formata da una cappella esterna e da un sarcofago collocato sottoterra. Miroslav Barta, professore di storia e archeologo che ha diretto la squadra durante la missione, ha così commentato l’incredibile esperienza: “Abbiamo raggiunto la tomba dopo settimane di sforzi estenuanti”.
A questo punto sorge la domanda: ma chi era Khentkaus III e che ruolo ha nella Storia Egizia? A quanto si sta sostenendo fra gli storici, fu una regina appartenente, appunto, alla V Dinastia, moglie del già citato re Neferefra (a quanto fa pensare la collocazione della tomba, abbastanza vicina alla collezione funebre del marito) e, stando all’iscrizione “Madre del re”, madre del faraone Menkauhor, il discendente ma non diretto successore di Neferefra. Nella tomba sono stati trovati uno scheletro, parte di alcuni mobili decorativi, numerosi utensili di rame e circa venti vasi in pietra calcarea che facevano parte del corredo funerario della tomba: questi elementi, sostiene Barta, sono fondamentali per comprendere l’importanza della donna a corte durante l’Antico Regno e, in generale, continuando a ispezionare la zona, per decifrare gli ancora numerosi misteri dell’affascinante terra del Nilo.

Author: VIS Contributor

Share This Post On