Graziano Fiorito 10/gennaio/2018 Scienze della Vita

FacebooktwitterlinkedinFacebooktwitterlinkedin

Il 10 gennaio 2018 il prof. Graziano Fiorito della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli terrà una Conferenza Pubblica per il progetto VIS, alle ore 17:30 in Sala Stemmi. Titolo della conferenza:

Il polpo è una delizia, non solo in cucina: parola di scienziato

Passeggiando lungo via Caracciolo a Napoli ad un certo punto incontrate un edificio, evidentemente dalle forme architettoniche della fine dell’ottocento, dove sul frontone – di fronte al mare – e sul cancello del 1905 troverete dei polpi. L’edificio è quello della Stazione Zoologica Anton Dohrn, una delle prime infrastrutture di ricerca al mondo; fondato nel 1872 da un giovane zoologo tedesco, Anton Dohrn.
E’ qui che Graziano Fiorito ha svolto gran parte dei suoi studi sulla capacità di apprendimento del polpo, Octopus vulgaris. E’ qui che Fiorito scopre che il polpo, nonostante sia un mollusco e un animale che conduce vita solitaria, è capace di apprendere a risolvere problemi osservando cosa fanno altri polpi.
Di oltre trent’anni di studi Fiorito “con il polpo” racconterà la sua avventura di ricercatore e cosa i suoi studenti continuano ad immaginare e studiare per poter far si che Octopus sia un dignitoso protagonista della vita di tutti i giorni, dalla tavola, alle decorazioni artistiche, alla pubblicità, alla ricerca scientifica… per la comprensione del cervello, delle capacità cognitive e alla continua ricerca di ‘un modello del cervello’.

 

Graziano Fiorito, biologo napoletano, è ricercatore alla Stazione Zoologica Anton Dohrn dove studia da oltre trenta anni la capacità di apprendimento del polpo comune, Octopus vulgaris, e i meccanismi che caratterizzano la plasticità biologica di questo mollusco. E’ referente per l’implementazione della Direttiva Europea sulla sperimentazione animale per i cefalopodi.
Nel corso di periodi all’estero – all’American Museum of Natural History di New York, al Museum of Comparative Zoology (Harward) e a Cold Spring Harbor Laboratory negli USA e a Puerto Rico – ha avuto modo di accrescere le sue esperienze integrando approcci classicamente osservazionali (etologici) con quelli più sperimentali (biologia cellulare e molecolare, comparative psychology). Ha avuto come mentori Ethel Tobach (AMNH-NY-USA), Martin Moynihan (STRI-Panama) e Gaetano Salvatore (UniNa-Italia). Attualmente guida un gruppo di ricerca che studia la plasticità neurale, le capacità di rigenerazione nervosa, neuro-modulazione e la variazione inter-individuale delle risposte comportamentali, comportamento sociale.

Author: Marcos Valdes

Share This Post On